Mi chiamo Destino

Perche ho scelto il nick Destino.

Io credo che il Destino sia un libro bianco tutto da scrivere.

Io credo che sia un libro che ognuno porta con se nel suo viaggio chiamato vita.

Lo immagino come se fossi in treno…

Un luogo dove persone di ogni età, ceto sociale, lingua, religione salgono e si siedono di fronte a me.

La maggior parte scenderà alla prossima stazione, mentre altri decideranno di proseguire con me.

Alcuni saranno al mio fianco e non più davanti.

Alcuni li chiamerò amici, amanti, traditori…

E ognuno di loro apporrà un punto su ogni riga che scriverò durante il viaggio.

Sono certo che su quel libro troverò delle interruzioni che mi costringeranno a ripartire da capo con un nuovo capitolo.

Il punto di Dio.

Di stazione in stazione mi faro più anziano e, forse, più saggio.

Di stazione in stazione qualche amico, amante, traditore potrebbe non esserci più.

E quello sarebbe un punto che dovrò mettere io.

Il libro del nostro Destino alle volte ci apparirà come un thriller.

Altre volte sarà un libro di solitudine.

Alle volte sarà  più divertente e spensierato.

Sarà un’opera unica che quotidianamente aggiorneremo con una nuova pagina.

Non sarà importante come lo scriveremo.

Non sarà importante quali errori ne scaturiranno.

Sarà fondamentale che alla fine delle pagine a nostra disposizione, ci ritroviamo in mano una bestseller intitolato “la mia vita”.

Una vita, le cui pagine ci renderanno orgogliosi di ogni viaggio.

Che si stato scomodo o perfetto.

Ricordereno chi ci ha accompagnato e chi è salito all’ultimo momento.

Alla fine del viaggio, dalla lucente carrozzeria della locomotiva che ricordava il futuristico avvenire, avrò una stanca e rumosa canna fumaria dalla arrugginità carlinga.

Allora li mi metterò comodo e chiuderò il mio libro.

Guardando fuori troverò le ombre di chi mi saluta con un ricordo o chi non ricorda di me neppure l’ombra.

Sentirò dei passi avvicinarsi a me e un abile architetto, vestito da ferroviere, mi saluterà con un gentile sorriso.

Mi alzerà e lo seguirò, ma non prima di aver messo la parola fine su quel libro chiamato Destino.

Buon viaggio.

6 risposte a "Mi chiamo Destino"

  1. Ho preso un biglietto per caso (vedi il destino!) e vedo che qui si viaggia in prima Classe…é un vero piacere.
    Per ora mi sono seduta di fianco, a sficcanasare con la coda dell’occhio sui fogli che tiene lì sopra. Da qui ha il viso un po’ in ombra, ma posso vedere le mani, e soprattutto la penna, che brilla. Gli direi: – ma scusi, dove l’ha presa? dico la penna! Ma poi non so se é un tipo che ama scherzare.

    Piace a 1 persona

    1. Intanto grazie del paragone è benvenuta! 👋🏻
      Spero che il viaggio nei miei scritti per Lei, possa emozionarti quanto me nel dedicarglieli.
      Ti ringrazio e per aver preso il biglietto 🎟.
      Lascio alle mie mani il resto del viaggio.
      Il mio volto è perso nel paesaggio del mio descrivere Lei.
      Grazie ancora e buon viaggio! 🚂

      P.s.: Certo che amo lo scherzare con eleganza! 🤡

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...